Proposta di risoluzione - B6-0589/2008Proposta di risoluzione
B6-0589/2008

    PROPOSTA DI RISOLUZIONE

    12.11.2008

    presentata a seguito dell'interrogazione orale B6-0481/2008
    a norma dell'articolo 108, paragrafo 5, del regolamento da
    sulla Convenzione sulle munizioni a grappolo

    Procedura : 2008/2665(RSP)
    Ciclo di vita in Aula
    Ciclo del documento :  
    B6-0589/2008
    Testi presentati :
    B6-0589/2008
    Testi approvati :

    B6‑0589/2008

    Risoluzione del Parlamento europeo sulla Convenzione sulle munizioni a grappolo

    Il Parlamento europeo,

    –  vista la Convenzione sulle munizioni a grappolo (CCM), adottata da 107 paesi in occasione della conferenza diplomatica svoltasi a Dublino dal 19 al 30 maggio 2008,

    –  considerando che la CCM sarà aperta alla firma a partire dal 3 dicembre 2008 a Oslo e, successivamente, presso le Nazioni Unite a New York, ed entrerà in vigore dopo aver ottenuto 30 ratifiche,

    –  considerando il messaggio del Segretario generale delle Nazioni Unite del 30 maggio 2008 che incoraggia "gli Stati a firmare e ratificare senza indugio questo importante accordo" ed auspica "una sua rapida entrata in vigore",

    –  compiacendosi dell'attività della società civile, in particolare della Coalizione contro le munizioni a grappolo (CMC), nello sforzo per porre fine alle sofferenze umane causate dalle munizioni a grappolo,

    –  visto l'articolo 108, paragrafo 5, del suo regolamento,

    A.  considerando che la CCM vieterà l'uso, la produzione, lo stoccaggio e il trasferimento di munizioni a grappolo come intera categoria di armi,

    B.  considerando che la CCM richiederà agli Stati contraenti di distruggere le scorte di tali munizioni,

    C.  considerando che la CCM stabilirà un nuovo criterio umanitario per l'assistenza alle vittime e impegnerà gli Stati ad eliminare le munizioni a grappolo inesplose che rimangono in seguito a conflitti;

    1.  invita tutti gli Stati a firmare, ratificare e applicare al più presto la CCM;

    2.  invita tutti gli Stati membri ad adottare misure a livello nazionale per avviare l'attuazione della CCM, ancor prima che sia firmata e ratificata;

    3.  invita tutti gli Stati a non utilizzare, investire, stoccare, produrre, trasferire o esportare munizioni a grappolo, finché non sarà entrata in vigore la CCM;

    4.  invita tutti gli Stati membri UE che hanno utilizzato munizioni a grappolo a fornire assistenza alle popolazioni colpite e la Commissione ad aumentare l'assistenza finanziaria alle comunità e alle persone interessate da munizioni a grappolo inesplose, utilizzando tutti gli strumenti disponibili;

    5.  invita tutti gli Stati membri UE che hanno utilizzato munizioni a grappolo a fornire assistenza tecnica e finanziaria per l'eliminazione e la distruzione dei residuati di munizioni a grappolo e la Commissione ad aumentare l'assistenza finanziaria allo stesso fine utilizzando tutti gli strumenti disponibili;

    6.  invita tutti gli Stati membri dell'UE a non intraprendere alcuna azione che possa aggirare o pregiudicare la CCM e le sue disposizioni; in particolare, invita tutti gli Stati membri UE a non adottare, approvare o successivamente ratificare un eventuale protocollo alla Convenzione sulle armi convenzionali (CCW) che consenta l'utilizzo di munizioni a grappolo, il che non sarebbe compatibile con il divieto su tali munizioni previsto dagli articoli 1 e 2 della CCM;

    7.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione al Consiglio, alla Commissione, all'Alto Rappresentante per la politica estera e di sicurezza comune, ai governi e ai parlamenti degli Stati membri dell'Unione europea, al Segretario generale delle Nazioni Unite e alla Coalizione contro le munizioni a grappolo.