Procedura : 2011/2644(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : B7-0224/2011

Testi presentati :

B7-0224/2011

Discussioni :

PV 23/03/2011 - 17
CRE 23/03/2011 - 17

Votazioni :

PV 24/03/2011 - 6.15
Dichiarazioni di voto
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P7_TA(2011)0118

PROPOSTA DI RISOLUZIONE
PDF 104kWORD 60k
23.3.2011
PE459.753v01-00
 
B7-0224/2011

presentata a seguito di dichiarazioni del Consiglio e della Commissione

a norma dell'articolo 110, paragrafo 2, del regolamento


sulla situazione in Giappone, per quanto riguarda in particolare lo stato di allerta nelle centrali nucleari


Joseph Daul a nome del gruppo PPE
Martin Schulz a nome del gruppo S&D
Guy Verhofstadt a nome del gruppo ALDE
Jan Zahradil a nome del gruppo ECR
Rebecca Harms, Daniel Cohn-Bendit a nome del gruppo Verts/ALE
Lothar Bisky a nome del gruppo GUE/NGL
Francesco Enrico Speroni, Fiorello Provera, Bastiaan Belder a nome del gruppo EFD

Risoluzione del Parlamento europeo sulla situazione in Giappone, per quanto riguarda in particolare lo stato di allerta nelle centrali nucleari  
B7‑0224/2011

Il Parlamento europeo,

–   visto l'articolo 110, paragrafo 2, del suo regolamento,

A. considerando il sisma devastatore e lo tsunami che hanno colpito il Giappone e la regione del Pacifico l’11 marzo scorso provocando migliaia di morti e dispersi e immensi danni materiali,

B.  considerando che tale catastrofe ha provocato un incidente nucleare di estrema gravità che colpisce la centrale nucleare di Fukushima e costituisce una nuova minaccia,

C. considerando la dichiarazione del Primo ministro giapponese Naodo Kan, secondo cui il paese deve affrontare la più grave crisi degli ultimi 65 anni dopo la seconda guerra mondiale,

1.  esprime al popolo giapponese e al suo governo la solidarietà più totale e presenta le sue sincere condoglianze alle vittime di questa triplice catastrofe, allorché le perdite umane e i danni materiali non sono stati ancora interamente valutati; plaude alla mobilitazione, al coraggio e alla determinazione del popolo giapponese e delle autorità di fronte a tale catastrofe;

2.  chiede all’Unione europea e agli Stati membri di apportare in via prioritaria al Giappone e alle regioni sinistrate tutto l'aiuto e il sostegno necessari a livello umanitario, tecnico e finanziario e si compiace per il fatto che l'Unione abbia immediatamente attivato il proprio meccanismo di protezione civile per coordinare l'aiuto di emergenza;

3.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione al Consiglio, alla Commissione e alle autorità giapponesi.

Note legali - Informativa sulla privacy