Procedura : 2012/2883(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : B7-0522/2012

Testi presentati :

B7-0522/2012

Discussioni :

Votazioni :

PV 22/11/2012 - 13.9
CRE 22/11/2012 - 13.9
Dichiarazioni di voto
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P7_TA(2012)0454

PROPOSTA DI RISOLUZIONE
PDF 106kWORD 59k
Vedasi anche la proposta di risoluzione comune RC-B7-0522/2012
20.11.2012
PE493.717v01-00
 
B7-0522/2012

presentata a seguito di una dichiarazione del vicepresidente della Commissione/alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza

a norma dell'articolo 110, paragrafo 2, del regolamento


sulla situazione a Gaza (2012/2883(RSP))


Joseph Daul, José Ignacio Salafranca Sánchez-Neyra, Ioannis Kasoulides, Elmar Brok, Cristian Dan Preda, Roberta Angelilli, Elena Băsescu a nome del gruppo PPE

Risoluzione del Parlamento europeo sulla situazione a Gaza (2012/2883(RSP))  
B7‑0522/2012

Il Parlamento europeo,

–   viste le dichiarazioni dell'Alto rappresentante Catherine Ashton del 12 novembre 2012 sulla recente escalation della violenza tra Gaza e Israele e del 16 novembre 2012 sull'ulteriore intensificarsi della violenza in Israele e a Gaza,

–   viste le conclusioni del Consiglio del 19 novembre 2012 su Gaza,

–   visto l'articolo 110, paragrafo 2, del suo regolamento,

1.  approva pienamente le dichiarazioni dell'Alto rappresentante Catherine Ashton del 12 novembre 2012 e del 16 novembre 2012 e le conclusioni del Consiglio del 19 novembre 2012;

2.  esprime grave preoccupazione per la situazione a Gaza e in Israele e si rammarica profondamente per la morte di civili, tra cui donne e bambini; pone l'accento sul fatto che tutti gli attacchi devono cessare immediatamente poiché causano sofferenze ingiustificabili a civili innocenti, e chiede urgentemente la fine dell'escalation e la cessazione delle ostilità; appoggia gli sforzi di mediazione compiuti dall'Egitto e da altri attori per giungere rapidamente a un cessate il fuoco sostenibile e guarda con favore alla missione del Segretario generale delle Nazioni Unite nella regione;

3.  condanna fortemente gli attacchi missilistici contro Israele che partono dalla striscia di Gaza, ai quali Hamas e gli altri gruppi armati presenti a Gaza devono porre fine immediatamente; sottolinea che non vi può essere alcuna giustificazione al fatto di colpire deliberatamente civili innocenti e che Israele ha il diritto di proteggere la propria popolazione da questo tipo di attacchi, rimarcando nel contempo che, nel farlo, Israele deve agire in modo proporzionato e garantire sempre la protezione dei civili; sottolinea la necessità che tutte le parti rispettino pienamente il diritto internazionale umanitario;

4.  sottolinea che la cessazione immediata delle ostilità è nell'interesse di tutti, specialmente in un periodo di instabilità nella regione, e che l'attuale situazione mette ancora una volta in evidenza l'urgente necessità di andare verso una soluzione basata su due Stati, che consenta a entrambe le parti di vivere fianco a fianco in pace e in sicurezza; si compiace del fatto che l'Unione europea continuerà a lavorare insieme a tutte le parti che hanno un'influenza nella regione affinché si giunga a tale soluzione;

5.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione al Consiglio, alla Commissione, al vicepresidente della Commissione/alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, ai governi e ai parlamenti degli Stati membri, al Segretario generale delle Nazioni Unite, ai governi e ai parlamenti degli Stati membri del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, all'inviato del Quartetto in Medio Oriente, al governo egiziano, alla Knesset e al governo israeliano, al Presidente dell'Autorità palestinese e al Consiglio legislativo palestinese.

Note legali - Informativa sulla privacy