PROPOSTA DI RACCOMANDAZIONE DESTINATA AL CONSIGLIO
PDF 119kWORD 52k
16.10.2013
PE519.350v01-00
 
B7-0473/2013

presentata a norma dell'articolo 121, paragrafo 1, del regolamento


sull'applicazione di restrizioni comuni in materia di visti ai funzionari coinvolti nel caso Sergei Magnitsky


Guy Verhofstadt, Kristiina Ojuland a nome del gruppo ALDE

Raccomandazione del Parlamento europeo destinata al Consiglio sull'applicazione di restrizioni comuni in materia di visti ai funzionari coinvolti nel caso Sergei Magnitsky  
B7‑0473/2013

Il Parlamento europeo,

–   visto l'articolo 215 del TFUE,

–   vista la raccomandazione del Parlamento europeo del 2 febbraio 2012 destinata al Consiglio su una politica coerente nei confronti dei regimi contro cui l'UE applica misure restrittive, quando i loro dirigenti esercitano i propri interessi personali e commerciali entro i confini dell'UE(1),

–   vista la raccomandazione del Parlamento europeo al Consiglio del 23 ottobre 2012 concernente l'applicazione di restrizioni comuni in materia di visti ai funzionari russi coinvolti nel caso Sergei Magnitsky(2),

–   viste la decisione degli Stati Uniti di imporre restrizioni di viaggio su alcuni funzionari coinvolti nel caso Sergei Magnitsky e le analoghe considerazioni in vari altri paesi,

–   visto l'articolo 121, paragrafo 1, del suo regolamento,

A. considerando che l'arresto e la successiva morte in carcere di Sergei Magnitsky rappresentano un caso di evidente e grave violazione dei diritti umani fondamentali in Russia ed evocano il terribile ricordo delle numerose carenze documentate in materia di rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali nel paese;

B.  considerando che la Russia, in qualità di membro del Consiglio d'Europa, si è impegnata a rispettare integralmente i diritti fondamentali e lo Stato di diritto; che in più occasioni l'Unione europea ha offerto a titolo addizionale la propria assistenza e competenza per aiutare il paese a modernizzare e rispettare il proprio ordine costituzionale e giuridico, conformemente alle norme del Consiglio d'Europa;

C. considerando la crescente necessità che l'Unione adotti una politica risoluta, energica e globale nei confronti della Russia, accompagnando il sostegno e l'assistenza a critiche ferme e giuste, incluse, se necessario, sanzioni e misure restrittive;

D. considerando che le restrizioni in materia di visti e le altre misure restrittive non sono di per sé sanzioni giudiziarie tradizionali, ma costituiscono un segnale politico della preoccupazione dell'UE destinato a un pubblico più ampio e restano pertanto uno strumento di politica estera necessario e legittimo;

E.  considerando che l'alto rappresentante non ha inserito la presente questione all'ordine del giorno del Consiglio Affari esteri e che il Parlamento non ha ancora ricevuto una risposta ufficiale alla sua raccomandazione iniziale;

1.  rivolge al Consiglio le seguenti raccomandazioni:

a)    stilare un elenco UE comune dei funzionari responsabili della morte di Sergei Magnitsky, del successivo occultamento dei fatti sul piano giudiziario e delle continue e prolungate vessazioni nei confronti della madre e della vedova;

b)    imporre e applicare nei confronti di tali funzionari un divieto di rilascio del visto a livello di UE e congelare le attività finanziarie che essi, o le loro famiglie, potrebbero detenere nell'Unione;

c)     consentire una revisione periodica dell'elenco proposto per il divieto di rilascio del visto;

d)    inserire i seguenti cittadini russi nell'elenco per il divieto di rilascio del visto a livello di UE e sequestrare le attività finanziarie che possono detenere nell'UE:

            ALISOV, Igor, nato l'11 marzo 1968;

       DROGANOV, Aleksey, nato l'11 ottobre 1975;

       EGOROVA, Olga, nata il 29 giugno 1955;

       GAUS, Alexandra, nata il 29 marzo 1975;

       GERASIMOVA, Anastasia, nata il 22 gennaio 1982;

       GRIN, Victor, nato il 1° gennaio 1951;

       KARPOV, Pavel, nato il 27 agosto 1977;

       KHIMINA, Yelena, nata l'11 settembre 1953;

       KLYUEV, Dmitry, nato il 10 agosto 1967;

       KOMNOV, Dmitriy, nato il 17 maggio 1977;

       KRIVORUCHKO, Aleksey (alias KRIVORUCHKO, Alex; alias KRIVORUCHKO, Alexei), nato il 25 agosto 1977;

       KUZNETSOV, Artem (anche noto come KUZNETSOV, Artyom), nato il 28 febbraio 1975;

       LOGUNOV, Oleg, nato il 4 febbraio 1962;

       MAIOROVA, Yulia, nata il 23 aprile 1979;

       PAVLOV, Andrei, nato il 7 agosto 1977;

       PECHEGIN, Andrey, nato il 24 settembre 1965;

       PODOPRIGOROV, Sergei, nato l'8 gennaio 1974;

       PONOMAREV, Konstantin, nato il 14 luglio 1971;

       PROKOPENKO, Ivan Pavlovitch, nato il 28 settembre 1973;

       REZNICHENKO, Mikhail, nato il 20 febbraio 1985;

       SAPUNOVA, Marina, nata il 19 giugno 1971;

       SHUPOLOVSKY, Mikhail, nato il 28 settembre 1983;

       SILCHENKO, Oleg, nato il 25 giugno 1977;

       STASHINA, Yelena (alias STASHINA, Elena; alias STASHINA, Helen), nata il 5 novembre 1963;

       STEPANOVA, Olga, nata il 29 luglio 1962;

       STROITELEV, Denis, nato il 23 gennaio 1973;

       TAGIEV, Fikhret, nato il 3 aprile 1962;

       TOLCHINSKIY, Dmitri M. (alias TOLCHINSKY, Dmitry), nato l'11 maggio 1982;

       UKHNALYOVA, Svetlana (alias UKHNALEV, Svetlana; alias UKHNALEVA, Svetlana V.), nata il 14 marzo 1973;

       URZHUMTSEV, Oleg, nato il 22 ottobre 1968;

            VORONIN, Victor, nato l'11 febbraio 1958;

2.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente raccomandazione al Consiglio e, per conoscenza, alla Commissione, agli Stati membri nonché alla Duma di Stato e al governo della Russia.

(1)

Testi approvati, P7_TA(2012)0018.

(2)

Testi approvati, P7_TA(2012)0369.

Note legali - Informativa sulla privacy