Proposta di risoluzione - B8-0241/2014Proposta di risoluzione
B8-0241/2014

    PROPOSTA DI RISOLUZIONE sul divieto di indossare il velo islamico integrale in luoghi pubblici

    14.7.2014

    presentata a norma dell'articolo 133 del regolamento

    Dominique Bilde, Sophie Montel, Marine Le Pen, Marie-Christine Arnautu, Marie-Christine Boutonnet, Mireille D'Ornano, Mylène Troszczynski, Mara Bizzotto

    B8‑0241/2014

    Proposta di risoluzione del Parlamento europeo sul divieto di indossare il velo islamico integrale in luoghi pubblici

    Il Parlamento europeo,

    –       vista la Carta dei diritti fondamentali e in particolare il titolo III, articolo 23 sulla parità tra donne e uomini,

    –       vista la sentenza 43835/11 "S.A.S. c/France" della Corte europea dei diritti dell'uomo del 1° luglio 2014 riunita in Grande Camera,

    –       visto l'articolo 133 del suo regolamento,

    A.     considerando che in Occidente suscita controversie la questione dell'uso del velo islamico integrale da parte delle donne;

    B.     considerando che l'islam è una religione vecchia di 14 secoli, che il niqab ha soltanto 70 anni e che l'uso del velo integrale non è prescritto dal corano;

    C.     considerando che la Francia e il Belgio vietano l'uso del velo integrale nel luoghi pubblici e che la Corte europea dei diritti dell'uomo, nella sua sentenza citata del 1° luglio 2014, ha ritenuto legittimo il testo di legge che vieta l'uso del velo integrale in Francia;

    D.     considerando che il divieto di uso del velo islamico integrale garantisce la sicurezza pubblica in quanto consente di verificare l'identità di una persona nei luoghi pubblici;

    E.     considerando che tale divieto assicura la parità tra uomini e donne in quanto contrasta con una visione patriarcale della società;

    1.      esige il divieto di indossare il velo islamico integrale nei luoghi pubblici con l'armonizzazione della regolamentazione europea;

    2.      incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione, con l'indicazione dei nomi dei firmatari, alla Commissione, al Consiglio e agli Stati membri.