PROPOSTA DI RISOLUZIONE
PDF 118kWORD 59k
28.8.2015
PE568.377v01-00
 
B8-0899/2015

presentata a norma dell'articolo 133 del regolamento


su un più efficace contrasto ai combattenti stranieri (foreign fighters)


Mara Bizzotto

Proposta di risoluzione del Parlamento europeo su un più efficace contrasto ai combattenti stranieri (foreign fighters)  
B8‑0899/2015

Il Parlamento europeo,

–       visto l'articolo 133 del suo regolamento,

A.     considerando che, nella dichiarazione rilasciata il 15 giugno scorso durante un intervento dinanzi alla commissione per gli affari esteri del Parlamento europeo, Gilles De Kerchove, coordinatore antiterrorismo dell'UE, afferma che rimane alto l'allarme per i combattenti stranieri (cosiddetti "foreign fighters") in Europa e che l'UE non è stata in grado di arginare le reclute europee che sono passate nelle fila di gruppi radicali islamici in Siria e Iraq;

B.     considerando che secondo le stime sono ben 4 000 gli europei che attualmente combattono in zone di guerra in Medio Oriente a fianco di gruppi terroristici e che le partenze continuano da vari Stati membri;

1.      invita la Commissione a rendere note le cause che hanno portato a tale situazione e a sviluppare iniziative più incisive per arginare la situazione sopra esposta;

2.      invita la Commissione a stilare una lista ufficiale e completa di tutti i combattenti stranieri che sia accessibile alle forze di polizia di tutti gli Stati membri.

Note legali - Informativa sulla privacy