PROPOSTA DI RISOLUZIONE
PDF 152kWORD 59k
16.12.2015
PE574.525v01-00
 
B8-0005/2016

presentata a norma dell'articolo 133 del regolamento


sul divieto progressivo dei test del cancro sui roditori


Dominique Bilde, Sophie Montel, Steeve Briois

Proposta di risoluzione del Parlamento europeo sul divieto progressivo dei test del cancro sui roditori  
B8‑0005/2016

Il Parlamento europeo,

–  visto l'articolo 133 del suo regolamento,

A.  considerando che, secondo uno studio dell'Ong PETA (people for the ethical treatment of animals), gli screening dei tumori condotti sui roditori sono privi di valore alla luce dei criteri riconosciuti a livello internazionale, in particolare nel quadro di uno dei test raccomandati dal programma REACH;

B.  considerando che tali test fanno soffrire gli animali, mentre le autorità rifiutano di riconoscere che tale screening non prevede con esattezza gli effetti dei prodotti chimici nell'uomo e deve essere sostituito immediatamente da metodi alternativi;

C.  considerando la relazione intitolata «Chemicals and cancer, what the regulators won't tell about carcinogenicity testing», che spiega la necessità di vietare i test del cancro sui roditori di tutti i programmi di ricerca;

1.  chiede alla Commissione di vietare gradualmente i test del cancro sui roditori, al fine di tutelare la salute umana e prevenire la sofferenza degli animali;

2.  chiede alla Commissione di seguire le raccomandazioni della relazione, segnatamente lo sviluppo di metodi non animali e l'aumento delle risorse destinate allo sviluppo di metodi alternativi supplementari;

3.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione alla Commissione e agli Stati membri.

Note legali - Informativa sulla privacy