PROPOSTA DI RISOLUZIONE
PDF 150kWORD 58k
30.3.2016
PE579.847v01-00
 
B8-0433/2016

presentata a norma dell'articolo 133 del regolamento


sulla diffusione di nuove economie domestiche atte a far diminuire gli sprechi alimentari


Gianluca Buonanno

Proposta di risoluzione del Parlamento europeo sulla diffusione di nuove economie domestiche atte a far diminuire gli sprechi alimentari  
B8‑0433/2016

Il Parlamento europeo,

–  visto l'articolo 133 del suo regolamento,

A.  considerando che metà del cibo che viene prodotto nel mondo, circa due miliardi di tonnellate, finisce nella spazzatura, benché sia ancora in gran parte commestibile;

B.  considerando che in Europa la quantità di cibo sprecato è stimata in 89 milioni di tonnellate, pari a una media di 180 kg pro capite, e che, secondo indagini statistiche, il 42% degli sprechi alimentari in Europa avviene tra le mura di casa;

C.  considerando che motivazioni economiche, etica e sostenibilità ambientale sono, secondo sondaggi attendibili, i principali motivi per cui 8 persone su 10 dicono no allo spreco alimentare;

D.  considerando che incentivando maggior rispetto verso questo assurdo fenomeno si potrebbe invertire drasticamente lo spreco alimentare negli ambienti domestici;

1.  invita pertanto la Commissione a rivolgere maggiore attenzione al problema, considerandolo prioritario;

2.  propone alla Commissione il varo di nuovi programmi e finanziamenti che contribuiscano alla diffusione di nuove economie domestiche per la diminuzione dello spreco alimentare a tutti i livelli.

Avvertenza legale - Informativa sulla privacy