PROPOSTA DI RISOLUZIONE
PDF 153kWORD 60k
1.6.2016
PE596.914v01-00
 
B8-0748/2016

presentata a norma dell'articolo 133 del regolamento


sulla necessità di campagne informative circa i rischi della clamidia e l'esistenza di esami clinici utili alla sua diagnosi


Aldo Patriciello

Proposta di risoluzione del Parlamento europeo sulla necessità di campagne informative circa i rischi della clamidia e l'esistenza di esami clinici utili alla sua diagnosi  
B8‑0748/2016

Il Parlamento europeo,

–  visto il titolo XIV della parte terza del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  vista la politica dell'UE in materia di salute,

–  visto l'articolo 133 del proprio regolamento,

A.  considerando che negli ultimi anni sono aumentati i casi di clamidia in Europa e che, secondo l'ultimo rapporto del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC, European Centre for Disease Prevention and Control), tale malattia è da considerarsi un problema di salute pubblica;

B.  considerando che si tratta di un'infezione pressoché sconosciuta al grande pubblico e tuttavia molto diffusa tra le donne e i più giovani;

C.  considerando che tra il 2010 e il 2014 il tasso d'infezione è aumentato del 5%;

D.  considerando che l'infezione è particolarmente pericolosa per le donne in quanto è spesso asintomatica e, se non curata in tempo, può provocare danni come la sterilità;

E.  considerando che esistono diversi test che permettono di individuare facilmente la malattia e di curarla in tempo;

F.  considerando che non esiste ad oggi un vaccino per prevenire tale infezione;

1.  invita la Commissione a promuovere campagne informative e di sensibilizzazione non solo sulla malattia, ma anche sull'esistenza di test utili a diagnosticarla.

Avvertenza legale - Informativa sulla privacy