Procedura : 2018/2541(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : B8-0121/2018

Testi presentati :

B8-0121/2018

Discussioni :

PV 28/02/2018 - 19
CRE 28/02/2018 - 19

Votazioni :

PV 01/03/2018 - 8.13
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :


PROPOSTA DI RISOLUZIONE
PDF 155kWORD 48k
21.2.2018
PE616.049v01-00
 
B8-0121/2018

presentata a seguito di una dichiarazione della Commissione

a norma dell'articolo 123, paragrafo 2, del regolamento


sulla decisione della Commissione di attivare l'articolo 7, paragrafo 1, TUE relativamente alla situazione in Polonia (2018/2541(RSP))


Auke Zijlstra, Nicolas Bay, Janice Atkinson, Lorenzo Fontana, Gilles Lebreton, Harald Vilimsky a nome del gruppo ENF

Risoluzione del Parlamento europeo sulla decisione della Commissione di attivare l'articolo 7, paragrafo 1, TUE relativamente alla situazione in Polonia (2018/2541(RSP))  
B8‑0121/2018

Il Parlamento europeo,

–  vista la proposta motivata a norma dell'articolo 7, paragrafo 1, del trattato sull'Unione europea (TUE) sullo Stato di diritto in Polonia, del 20 dicembre 2017: Proposta di decisione del Consiglio sulla constatazione dell'esistenza di un evidente rischio di violazione grave dello Stato di diritto da parte della Repubblica di Polonia (COM(2017)0835),

–  vista la dichiarazione della Commissione, del 28 febbraio 2018, sulla sua decisione di attivare l'articolo 7, paragrafo 1, TUE relativamente alla situazione in Polonia,

–  visto l'articolo 123, paragrafo 2, del suo regolamento,

A.  considerando che nella sua risoluzione del 15 novembre 2017 sulla situazione dello Stato di diritto e della democrazia in Polonia(1) si afferma che l'attuale situazione nel paese rappresenta un evidente rischio di violazione grave dei valori di cui all'articolo 2 TUE;

1.  osserva che non vi è stata alcuna violazione dello Stato di diritto da parte della Repubblica di Polonia;

2.  rammenta che il governo della Repubblica di Polonia è stato eletto con ampia maggioranza e registra tuttora un crescente sostegno da parte dei suoi cittadini;

3.  ritiene infondato qualsiasi tentativo di interferire negli affari interni degli Stati membri;

4.  ribadisce solennemente il suo impegno a favore dei principi prioritari dell'identità e della sovranità nazionale, che sono inscindibili dal principio della libertà;

5.  ribadisce fermamente la sua adesione al principio di sussidiarietà, sancito dall'articolo 5 TUE;

6.  ritiene che la Commissione abbia preso di mira il partito al governo della Repubblica di Polonia in modo ingiustificato e per ragioni politiche;

7.  ricorda che la Commissione non è un organo politico, bensì un organo esecutivo dell'Unione e deve rispettare rigorosamente i trattati, in particolare l'articolo 5 TUE e l'articolo 6 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE);

8.  respinge la decisione della Commissione, del 20 dicembre 2017, di attivare l'articolo 7, paragrafo 1, TUE relativamente alla situazione in Polonia;

9.  invita la Commissione e il Consiglio a porre fine alla procedura di attivazione dell'articolo 7;

10.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione alla Commissione e al Consiglio, al presidente, al governo e al parlamento della Polonia nonché ai governi e ai parlamenti degli Stati membri e al Consiglio d'Europa.

(1)

Testi approvati, P8_TA(2017)0442.

Ultimo aggiornamento: 22 febbraio 2018Note legali - Informativa sulla privacy