PROPOSTA DI RISOLUZIONE
PDF 151kWORD 58k
7.5.2018
PE621.618v01-00
 
B8-0235/2018

presentata a norma dell'articolo 133 del regolamento


sulla tutela dei settori danneggiati dalle sanzioni contro la Russia


Mara Bizzotto

Proposta di risoluzione del Parlamento europeo sulla tutela dei settori danneggiati dalle sanzioni contro la Russia  
B8‑0235/2018

Il Parlamento europeo,

–  visto l'articolo 133 del suo regolamento,

A.  considerando che le sanzioni UE contro la Russia e il conseguente embargo, posto da Mosca a rilevanti settori delle esportazioni italiane ed europee in Russia, hanno causato finora una perdita di circa 12 miliardi di euro alle aziende italiane e di oltre 2 miliardi di euro a quelle venete;

B.  considerando che i settori più colpiti in Veneto dai danni diretti e indiretti dell'embargo sono l'agricoltura e la pesca, i prodotti alimentari, il settore tessile e la produzione manifatturiera (mobilifici, gioielleria, occhialeria);

C.  considerando che queste misure restrittive, poste reciprocamente dall'UE e dalla Russia, hanno provocato la crescita esponenziale nel mercato russo del falso "Made in Italy", con enormi danni economici e d'immagine ai prodotti d'eccellenza italiani e veneti;

1.  invita la Commissione a valutare l'opportunità di rimuovere le sanzioni e instaurare nuovamente proficue relazioni commerciali con la Russia;

2.  invita la Commissione a definire aiuti straordinari a titolo di compensazione per le imprese venete, italiane ed europee danneggiate dall'embargo russo e dagli effetti diretti ed indiretti delle sanzioni contro Mosca.

Ultimo aggiornamento: 25 maggio 2018Avvertenza legale - Informativa sulla privacy