<Date>{29/12/2019}29.12.2019</Date>
<NoDocSe>B9‑0033/2020</NoDocSe>
PDF 121kWORD 43k

<TitreType>PROPOSTA DI RISOLUZIONE</TitreType>

<TitreRecueil>presentata a norma dell'articolo 143 del regolamento</TitreRecueil>


<Titre>sulla situazione dei cristiani in Burkina Faso</Titre>


<Depute>Dominique Bilde</Depute>


B9‑0033/2020

Proposta di risoluzione del Parlamento europeo sulla situazione dei cristiani in Burkina Faso

Il Parlamento europeo,

 vista la Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo del 1948,

 visto il Patto internazionale relativo ai diritti civili e politici entrato in vigore nel 1976, in particolare l'articolo 18,

 visto l'articolo 143 del suo regolamento,

A. considerando che il 23,3 % della popolazione burkinabé rivendica l'appartenenza al cristianesimo e il 61,5 % all'islam, che gli attacchi rivolti alla minoranza cristiana del paese si sono moltiplicati e che l'ultimo di questi, avvenuto domenica 1° dicembre 2019, ha causato quattordici morti;

B. considerando che il Burkina Faso deve far fronte a un deterioramento significativo della propria sicurezza a causa dell'insurrezione jihadista che coinvolge l'intera regione del Sahel e che, in particolare, ha indotto alcuni funzionari dell'ambasciata statunitense a lasciare il paese;

1. deplora che il G5 Sahel non abbia ricevuto per intero il sostegno finanziario internazionale atteso, in particolare, a seguito della conferenza internazionale di Bruxelles del 2018, e chiede alla Commissione di adoperarsi per potenziare il sostegno finanziario, materiale e umano, internazionale ed europeo, destinato alle forze militari francesi coinvolte nell'operazione Barkhane nonché al G5 Sahel;

2. esorta la Commissione europea e gli Stati membri a condannare fermamente la persecuzione dei cristiani in Burkina Faso da parte dei terroristi islamici.

Ultimo aggiornamento: 23 gennaio 2020Note legali - Informativa sulla privacy