Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 13 ottobre 2004 - Bruxelles Edizione GU

Bilancio della Commissione Prodi
MPphoto
 
 

  Rizzo (GUE/NGL). – Signor Presidente, Presidente Prodi, colleghi, c’è un filo coerente nel suo lavoro e nel lavoro della sua Commissione: la volontà di costruire l’Europa politica.

Questo obiettivo impegnativo lo abbiamo perseguito sempre con lei nel far entrare l’Italia nell’euro. Grazie a lei, Presidente Prodi, oggi possiamo dire che l’Europa politica è più vicina, ma proprio per questo non credo sia utile ripetere gli obiettivi raggiunti in campo politico e istituzionale. E’ utile invece rimarcare quello che ancora manca per avere la pace come obiettivo e strumento per risolvere le controversie politiche nel mondo e per realizzare al più presto un vero multipolarismo allo scopo di battere lo scontro fra civiltà, frutto della guerra preventiva e del terrorismo.

Un’Europa dei diritti sociali e individuali, lavoro per tutti, Stato sociale moderno ed efficiente, società multirazziale e multiculturale, dove il diritto di ognuno sia la ricchezza di tutti.

Grazie Presidente Prodi per quello che ha fatto. Siamo stati e saremo ancora critici su tante questioni, abbiamo avuto e avremo pareri diversi, ma siamo e saremo uniti per l’Europa di pace e di progresso che vorremo costruire. Visti i recenti fatti, siamo certi di doverla rimpiangere.

 
Note legali - Informativa sulla privacy