Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Giovedì 16 dicembre 2004 - Strasburgo Edizione GU

Discussioni su casi di violazione dei diritti umani, della democrazia e dello Stato di diritto (articolo 115 del Regolamento del Parlamento)
MPphoto
 
 

  Attard-Montalto (PSE).(EN) Signor Presidente, sono di ritorno da una visita privata nello Zimbabwe. E’ interessante notare che, dal vivo, la situazione non sembra disperata; stando alle statistiche, tuttavia, le cose sono probabilmente più gravi in altre parti del paese, che io non ho visitato.

Quando discutiamo di paesi come lo Zimbabwe, dove di diritti umani non si parla neppure, nel timore della repressione, dobbiamo anzitutto considerare quale atteggiamento sia opportuno assumere, nel tentativo di esercitare qualche influenza sui centri di potere. Sappiamo di essere alle prese con un regime antidemocratico, che ha cercato di sfruttare quasi tutti i mezzi a sua disposizione per togliere ad una parte della popolazione i fondamentali diritti democratici. D’altro canto, abbiamo recentemente assistito a qualche sviluppo positivo; il sistema giudiziario, ad esempio, si batte, pur da una posizione assai difficile, per mantenere un minimo di imparzialità.

Qualche volta mi chiedo se non sarebbe più logico e più proficuo adottare la politica del bastone e della carota, piuttosto che limitarsi ad approvare mozioni di condanna. Anche se approviamo questa mozione, che effetto avrà? Minimo o nullo, temo, nei confronti di un regime come quello di Mugabe. Se vogliamo che la nostra azione sia efficace, nei riguardi di un regime siffatto, dobbiamo affrontare la questione in tutt’altra maniera.

 
Note legali - Informativa sulla privacy