Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Giovedì 12 ottobre 2006 - Bruxelles Edizione GU

Istituzione di un’Agenzia dell’Unione europea per i diritti fondamentali – Agenzia per i diritti fondamentali (attività relative al titolo VI del trattato sull’Unione europea (discussione)
MPphoto
 
 

  Cem Özdemir (Verts/ALE), relatore per parere della commissione per gli affari esteri. – (DE) Signor Presidente, signor Commissario, onorevoli colleghi, vorrei ricordare ancora una volta all’Assemblea che la discussione odierna ha origine da una decisione del Consiglio che risale al dicembre 2004. E’ a seguito di tale decisione che oggi stiamo discutendo dall’Agenzia per i diritti fondamentali, perciò il Consiglio non può fare di tutto per sottrarsi a un dibattito sull’argomento, continuando a comportarsi come se i deputati al Parlamento europeo avessero sviluppato un folle desiderio di burocrazia europea e come se questo non avesse niente a che fare con i temi che interessano ai cittadini dell’Unione europea.

Va altresì sottolineato che il Parlamento è impegnato in colloqui sia con la Commissione che con il Consiglio sull’Agenzia per i diritti fondamentali, nel corso dei quali abbiamo cercato di definire per l’Agenzia un mandato chiaramente delineato. Vorrei precisare di cosa si sta parlando. Nessuno in quest’Aula vuole la duplicazione di strutture operative e abbiamo tutti raggiunto un compromesso in base al quale il mandato dell’Agenzia dovrebbe imporle di concentrarsi sulla protezione dei diritti fondamentali negli Stati membri, nei paesi candidati e, infine, nei paesi con i quali abbiamo siglato accordi di stabilizzazione e di associazione. Sono state organizzate le dovute consultazioni con gli Stati membri.

Ciò che vorrei nuovamente sottolineare è che il progetto che abbiamo elaborato tiene in debita considerazione gli interessi del Consiglio d’Europa. Per concludere, colgo l’occasione per ringraziare ancora una volta le onorevoli Gál e Kovács per il lavoro che hanno svolto.

Ora tocca al Consiglio fare qualcosa.

 
Note legali - Informativa sulla privacy