Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 6 giugno 2007 - Bruxelles Edizione GU

Processo costituzionale dell’Unione (discussione)
MPphoto
 
 

  John Attard-Montalto (PSE), per iscritto. – (EN) Il processo per l’adozione di un Trattato costituzionale si è bloccato dopo l’esito dei referendum in Francia e nei Paesi Bassi. Alcuni Stati membri hanno continuato con la procedura di ratifica, mentre altri non l’hanno fatto. Siamo entrati in un periodo di riflessione.

Oggi il Trattato costituzionale sta tornando di attualità. La tabella di marcia prevede una Costituzione entro il 2009, prima delle prossime elezioni al Parlamento europeo.

Quando la Costituzione è stata respinta si sono espresse opinioni diverse, ma quella più diffusa era che molti cittadini europei si sentivano alienati.

Primo, una Costituzione europea è essenziale se si crede nel processo europeo.

Secondo, i cittadini degli Stati membri dell’Unione europea devono sentire di appartenere all’entità UE nello stesso modo in cui si sentono cittadini dei rispettivi Stati.

Terzo, è essenziale che i cittadini sappiano che cos’è la Costituzione.

Ho elencato queste priorità perché non tutti gli Stati membri condividono lo stesso entusiasmo per il processo. Molti europei non si sentono cittadini dell’UE in parallelo con le loro nazionalità individuali. Infine, la maggior parte degli europei non conosce ancora i pro e i contro della Costituzione. Se non affrontiamo seriamente questi aspetti tra due anni probabilmente ci ritroveremo nella stessa situazione in cui siamo oggi.

 
Note legali - Informativa sulla privacy