Index 
 Înapoi 
 Înainte 
 Text integral 
Stenograma dezbaterilor
Marţi, 15 ianuarie 2008 - Strasbourg Ediţie revizuită

13. Aprobarea procesului-verbal al şedinţei precedente
Proces-verbal
MPphoto
 
 

  Le Président. – Le procès-verbal de la séance de lundi 14 janvier 2008 a été distribué.

Y a-t-il des observations?

 
  
MPphoto
 
 

  Cristiana Muscardini (UEN). – Signor Presidente, onorevoli colleghi, lei è molto gentile a darmi la parola dopo venti minuti rispetto a quella in cui la chiedevo, eppure sono centrale rispetto alla Presidenza. Signor presidente, io parlo giusto per il verbale e per la democrazia di quest'Aula.

È bene che la Presidenza del Parlamento e tutti presidenti dei gruppi sappiano che due errori non fanno mai una ragione. Ciò che è politicamente utile non sempre è politicamente corretto, e dopo avere sentito oggi il Gran Mufti, noi dobbiamo decidere in maniera chiara e univoca per tutti se in quest'Aula noi seguiamo la democrazia del regolamento o seguiamo l'interesse che ciascuno di noi può avere a seconda delle circostanze.

Questa mattina è stato fatto un errore rispetto al regolamento del Parlamento e non è che facendo una votazione oggi con un 'Aula vuota noi rimediamo a quell'errore. Noi facciamo un altro errore a scapito della nostra democrazia. Io non sostengo per il gruppo UEN se sia importante parlare dei rifiuti in Italia , alle 21.00 di questa sera o alle 17.00 del pomeriggio. Se sia importante che le dichiarazioni di voto seguano, come sempre è stato in questo Parlamento, il voto quando il voto si è espresso come avrebbe dovuto essere questa mattina. Ma vi chiedo, le chiedo, signor presidente, lei mi può togliere anche la parola, le dico che non mi interessa nulla, le dico, signor presidente, qual è il regolamento di questo Parlamento? Lei lo sa? Rispetto di questo quesito lei vuole rispondere a quest'Aula deserta che vota in base a chi è stato chiamato e non a chi autonomamente voleva esprimere un giudizio! Buffone!

 
  
MPphoto
 
 

  Le Président. – Madame la Présidente, je vais vous parler aussi calmement que vous avez été énervée dans vos propos. Je vous ai donné la parole pour savoir si oui ou non vous aviez quelque chose à dire sur le procès-verbal du lundi 14 janvier. Vous n'êtes pas intervenue là-dessus. J'ai eu la courtoisie de vous écouter jusqu'au bout et j'espère que les collègues, comme moi, apprécieront le ton que vous employez face à la plénière.

Je considère donc qu'il n'y a pas d'observations, puisque Madame la Présidente ne fait pas d'intervention.

(Le procès-verbal de la séance précédente est approuvé).

 
Aviz juridic - Politica de confidențialitate