Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Martedì 19 febbraio 2008 - Strasburgo Edizione GU

Tempo delle interrogazioni (interrogazioni alla Commissione)
MPphoto
 
 

  Presidente . − Annuncio l’

interrogazione n. 42 dell’onorevole Marie Panayotopoulos-Cassiotou (H-1049/07)

Oggetto: Inclusione del greco antico e del latino nell’indicatore europeo di competenza linguistica

Stante l’intenzione della Commissione di stabilire un indicatore europeo di competenza linguistica per le cinque lingue più parlate (COM(2005)0356), può essa far sapere in che misura intende includere il latino e il greco antico nei programmi di apprendimento mirato delle lingue europee, dal momento che queste due lingue costituiscono i fondamenti delle lingue europee e molte loro parole vengono utilizzate in tutte quante le lingue europee indipendentemente dalla loro origine?

Basandosi sull’importanza di dette lingue, l’Unione europea dei filologi (Euroclassica) ha già proceduto a fissare i livelli e certificare la conoscenza della lingua latina e mira a creare un analogo programma per quella greca antica. L’apprendimento delle due lingue classiche darà la possibilità di approfondire i fondamenti della civiltà europea e stringerà i rapporti fra i cittadini europei, laddove la certificazione della loro conoscenza costituirà una qualifica in più nella vita professionale.

 
Note legali - Informativa sulla privacy