Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 9 aprile 2008 - Bruxelles Edizione GU

Industrie culturali in Europa (discussione)
MPphoto
 
 

  John Attard-Montalto (PSE), per iscritto.(EN) La cultura e la creatività rivestono un ruolo chiave nella promozione della cittadinanza europea. Entrambi questi elementi, la cultura e la creatività, devono essere presi in considerazione nelle future politiche dell’UE.

La Commissione ha promosso un’analisi dell’economia della cultura in Europa che ha rivelato dati importanti. Emerge che la cultura, intesa in generale, apporta un contributo fondamentale all’economia, molto più di quel che si era in un primo tempo stimato.

Cinque anni fa si era valutato che i settori culturali producevano il 2,6 per cento del PIL dell’UE. Nel 2004, il 3,1 per cento della popolazione attiva dell’UE lavorava in questo settore. Il rapporto tra le attività culturali e l’economia a Malta e Gozo è stimabile alla luce di un recente studio del 2007, effettuato dall’Ufficio nazionale di statistica, che ha coinvolto un totale di 5 086 partecipanti iscritti a 34 scuole di danza.

Queste scuole di danza occupavano 109 persone e generavano un’eccedenza finanziaria di quasi 400 000 euro. Il ricavato totale superava il milione di euro.

Questo è solo un esempio a dimostrazione dell’importanza delle attività culturali per l’economia.

 
Note legali - Informativa sulla privacy