Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Martedì 20 maggio 2008 - Strasburgo Edizione GU

Una politica marittima integrata per l’Unione europea (discussione)
MPphoto
 
 

  John Attard-Montalto (PSE), per iscritto. – (MT) Condivido pienamente la dichiarazione che i mari d’Europa dovrebbero essere “i più puliti del mondo, con (…) l’economia più redditizia, la migliore ricerca e tecnologia, il trasporto marittimo più moderno e pulito (...) e le idee più innovative”. Dobbiamo ammettere, tuttavia, che, al fine di realizzare tali obiettivi, il piano d’azione della Commissione per una politica marittima integrata dovrebbe essere più ambizioso.

Dall’altro lato, è evidente che il piano d’azione contiene “troppo poche misure pratiche”, e che dobbiamo ammettere che la politica marittima europea non è pronta per le conseguenze dei cambiamenti climatici, in particolare l’aumento dei livelli del mare e il maggior rischio d’inondazioni di porti e regioni costiere.

Gli Stati membri devono adoperarsi al massimo per garantire che la politica marittima europea offra un importante contributo alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra. Inoltre, l’inquinamento terrestre dei mari ricopre una porzione significativa dell’inquinamento marittimo complessivo. Concludo affermando che, per essere pronti, si debba invitare la Commissione a presentare un piano d’azione volto a ridurre l’inquinamento terrestre. Da parte loro, agli Stati membri si chiede di agire tempestivamente per recepire nel diritto nazionale la legislazione in quest’ambito.

 
Note legali - Informativa sulla privacy