Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 22 ottobre 2008 - Strasburgo Edizione GU

Dichiarazione di voto
MPphoto
 
 

Testo presentato : A6-0370/2008

  John Attard-Montalto (PSE), per iscritto. (EN) Le sentenze dei casi Laval, Rüffert e Lussemburgo della Corte di giustizia dell’Unione europea hanno dimostrato che è necessario chiarire che le libertà economiche, come prevedono i trattati, andrebbero interpretate in modo tale da non impedire l’esercizio dei diritti sociali fondamentali riconosciuti dalla legislazione comunitaria e dei singoli Stati membri. Questo include il diritto di negoziare, concludere e attuare contratti collettivi e il diritto allo sciopero senza violare l’autonomia delle parti sociali nell’esercizio dei suddetti diritti fondamentali e nel perseguimento degli interessi della società e della tutela dei lavoratori.

La legislazione vigente deve sicuramente essere rivista. Se la situazione rimanesse invariata, i lavoratori all’estero rischierebbero di venire schiacciati dalla concorrenza della manodopera a basso costo. Condivido l’iniziativa proposta dai colleghi di attuare, in tutti gli Stati membri, la direttiva relativa al distacco dei lavoratori.

Concordo sul fatto che sia la Commissione che gli Stati membri debbano adottare provvedimenti volti ad evitare le violazioni commesse soprattutto dalle imprese che non operano in modo trasparente e corretto nei paesi in cui sono registrate.

L’istituzione di un quadro giuridico per una contrattazione collettiva transnazionale rappresenterà indubbiamente un importante passo avanti nella giusta direzione e che va assolutamente intrapreso.

 
Note legali - Informativa sulla privacy