Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 14 gennaio 2009 - Strasburgo Edizione GU

Illustrazione del programma della presidenza ceca (discussione)
MPphoto
 

  Silvana Koch-Mehrin (ALDE) . – (DE) Signora Presidente, signor Presidente in carica del Consiglio, dopo un semestre di presidenza francese caratterizzato da dinamismo, dichiarazioni e colpi di scena, ora il testimone è passato nelle sue mani, signor Presidente, che è dotato di un senso dell’umorismo a cui dovremo forse fare l’abitudine. Spero che questa sarà una presidenza costruttiva e produttiva, giacché l’Unione europea sta fronteggiando enormi sfide. Lei stesso, signor Presidente, ha ricordato la guerra tra Israele e Hamas e la crisi economica, cui si aggiungono ovviamente anche questioni interne, come il trattato di Lisbona.

Mi permetta di richiamare un aspetto in particolare del suo discorso: la sicurezza energetica. Ne ha sottolineato l’importanza fondamentale, e io sono d’accordo con lei sul fatto che nella società moderna l’energia è la materia prima fondamentale. Da essa dipendono il nostro stile di vita, la nostra economia e il nostro sviluppo futuro. Non possiamo dipendere dall’approvvigionamento energetico e l’indipendenza significa disporre di un buon mix di varie fonti d’energia.

Mi auguro quindi che i suoi modi aperti e diretti riusciranno a convincere i partner europei a impegnarsi in un nuovo dibattito sul nucleare e, in particolare, a incoraggiare il governo tedesco a porre fine alla sua politica antinucleare, essendo questo un presupposto fondamentale per la sicurezza nel nostro continente.

C’è molto da fare e questa è la sua occasione per fare progredire l’Europa. La ringrazio e mi dichiaro fiduciosa che la nostra cooperazione nei mesi a venire darà buoni frutti.

 
Note legali - Informativa sulla privacy