Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 14 gennaio 2009 - Strasburgo Edizione GU

di voto
MPphoto
 

Testo presentato : A6-0479/2008

  Philip Claeys (NI) . (NL) Signor Presidente, il diritto a esprimere liberamente la propria opinione e le modalità di esercizio di tale diritto costituiscono senza dubbio un prezioso indicatore della situazione dei diritti fondamentali nei nostri paesi. La relazione coglie dunque nel segno nel mettere in guardia dalla censura non ufficiale e dall’autocensura che si verificano quando determinati argomenti passano sotto silenzio nel dibattito pubblico. E’ ugualmente fondata la parte della relazione in cui si punta il dito contro i singoli e i gruppi che vogliono mettere a tacere qualunque critica con il pretesto di un presunto attacco permanente nei loro confronti.

La relazione avanza tuttavia anche proposte mistificanti, come l’esortazione a “perseguire con determinazione qualsiasi incitazione all’odio espressa in programmi mediatici razzisti e articoli che diffondano idee intolleranti”: è proprio questo il genere di interventi che conduce alla censura e all’autocensura deplorati in altri punti della relazione, ed è proprio questo il genere di norme che hanno causato la condanna del principale partito fiammingo in Belgio per aver criticato la politica adottata in materia di immigrazione. Occorre prendere delle posizioni nette, perché non è possibile essere solo parzialmente a favore della libertà di espressione: o ci si schiera a difesa di tale diritto, accettandone le conseguenze, o non lo si fa.

 
Note legali - Informativa sulla privacy