Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Giovedì 15 gennaio 2009 - Strasburgo Edizione GU

Dichiarazioni di voto
MPphoto
 
 

Testo presentato : A6-0491/2008

  Philip Claeys (NI). (NL) Signor Presidente, non mi identifico nella relazione dell’onorevole Riera Madurell, ma certamente non perché sono contrario al principio di pari opportunità, al contrario, naturalmente; il problema di questa relazione e di tutte le altre relazioni di questo tipo all’interno di questa Assemblea politicamente corretta è il tono paternalistico che utilizza. Come è possibile, ad esempio, apprezzare il ribaltamento dell’onere della prova, se uno dei principi fondamentali dello stato di diritto stabilisce che una persona debba essere dimostrata colpevole e non innocente?

Perché le aziende devono ogni anno adempiere al pesante onere di presentare un piano aziendale per l’uguaglianza di genere? Ciò è molto paternalistico nel suo infliggere alle aziende un onere burocratico senza senso solo per volere a tutti i costi attuare una serie di principi che, benché siano universalmente riconosciuti, non sempre è facile tradurre in pratica. Come possiamo obbligare un’azienda ad assumere lo stesso numero di uomini e donne, invece di considerare semplicemente chi è più qualificato per lo svolgimento del lavoro?

 
Note legali - Informativa sulla privacy