Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2009/2504(RSP)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo dei documenti :

Testi presentati :

RC-B6-0051/2009

Discussioni :

PV 14/01/2009 - 8
CRE 14/01/2009 - 8

Votazioni :

PV 15/01/2009 - 6.3
CRE 15/01/2009 - 6.3

Testi approvati :

P6_TA(2009)0025

Discussioni
Giovedì 15 gennaio 2009 - Strasburgo Edizione GU

6.3. Situazione nel Medio Oriente/Gaza (votazione)
PV
  

– Prima della votazione:

 
  
MPphoto
 

  Martin Schulz (PSE).(DE) Signor Presidente, la ringrazio per avermi dato la parola. Con il suo permesso, e quello degli onorevoli colleghi, vorrei esprimere due considerazioni; la prima riguarda la risoluzione che sarà messa ai voti, mentre la seconda è una considerazione di tipo personale che riguarda uno dei colleghi di questa Assemblea.

Il mio gruppo ha nuovamente discusso della risoluzione ieri sera. La discussione è stata molto dettagliata e appassionata, ma allo stesso tempo molto profonda. Credo che quest’oggi, mentre ci accingiamo a esprimere il nostro voto, tutti noi ci sentiamo particolarmente scossi da quanto l’onorevole Wurtz ci ha appena comunicato. Quando i conflitti armati raggiungono una dimensione tale da far sì che nemmeno le istituzioni internazionali siano più sicure, la situazione diventa estremamente seria. Dobbiamo rivolgere un appello, in questo caso in particolare a Israele, affinché rispetti le organizzazioni della comunità internazionale; se ciò non avviene, il funzionamento delle infrastrutture umanitarie viene messo a repentaglio, e ciò sicuramente non rispetta i dettami del diritto internazionale.

Abbiamo tuttavia deciso di sostenere la risoluzione dal momento che – a seguito della lunga discussione di ieri – riteniamo che approvarla sia giusto e di vitale importanza giacché noi, come Parlamento Europeo, abbiamo il dovere di trasmettere segnali di questo genere. Tuttavia una cosa è certa: quando la violenza arriva al punto in cui non risparmia nemmeno le scuole e gli asili, essa non può essere considerata soltanto deplorevole ma deve essere condannata nella maniera più assoluta. Benché ciò non appaia nella risoluzione,

(Vivi applausi)

vogliamo sottolinearlo in questa sede, perché riteniamo che tale considerazione rispecchi il pensiero di molti deputati, compresi quelli che appartengono ad altri gruppi.

Permettetemi ora di parlare brevemente di un collega che, nel corso di tutta la propria carriera politica, ha contribuito in maniera particolare al cammino verso il raggiungimento della pace nel mondo e nell’Unione europea. Quella di oggi è l’ultima seduta plenaria alla quale l’onorevole Rocard prenderà parte. Per noi del gruppo socialista al Parlamento europeo ma credo per tutti noi...

(L'Assemblea, in piedi, applaude lungamente)

 
  
MPphoto
 

  Presidente. – Grazie onorevole Schulz. Poiché ieri non ho potuto partecipare al ricevimento, perché impegnato con la visita del presidente del Consiglio, il Primo ministro della Repubblica ceca, onorevole Topolánek, desidero ora rivolgermi all’onorevole Rocard esprimendogli la mia amicizia e la mia profonda stima nei suoi confronti e augurargli felicità e successo in tutti i suoi progetti futuri. E’ mia speranza che continueremo a incontrarci spesso e desidero esprimergli il mio ringraziamento per l’importante contributo apportato al processo di integrazione europea. Onorevole Rocard, grazie di cuore!

(Vivi applausi)

– Prima della votazione sul paragrafo3:

 
  
MPphoto
 

  Michael Gahler (PPE-DE).(DE) Signor Presidente, ho concordato con il mio gruppo e altri gruppi di proporre il seguente emendamento:

La sostituzione dell’espressione “una responsabilità speciale” con “un ruolo importante”, in modo che la frase diventi: “che implica un ruolo importante per l'Egitto”.

 
  
  

(L’emendamento orale è accolto)

 
  
MPphoto
 

  Presidente. − Onorevoli deputati, desidero informarvi che, nella mia veste di Presidente dell’Assemblea parlamentare euromediterranea, intendo proporre all’Ufficio di presidenza una risoluzione simile a quella approvata dal Parlamento quest’oggi.

(Applausi)

 
Note legali - Informativa sulla privacy