Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Giovedì 25 novembre 2010 - Strasburgo Edizione GU

Relazione sull'attività del Mediatore europeo nel 2009 - Relazione speciale del Mediatore europeo al Parlamento europeo a seguito del progetto di raccomandazione alla Commissione relativamente alla denuncia 676/2008/RT (a norma dell'articolo 205, paragrafo 2, primo comma) - 26a relazione annuale sul controllo dell'applicazione del diritto dell'Unione europea (2008) (discussione)
MPphoto
 

  John Stuart Agnew (EFD).(EN) Signora Presidente, forse l'aspetto più deprecabile della condotta del Commissario che emerge dalla relazione, oltre all'orripilante trattamento riservato al denunciante, è che non si è trattato di un caso isolato di cattiva amministrazione. I fatti riportati in questa puntuale relazione vanno oltre la mera negligenza e l'indolenza. Si può ragionevolmente concludere che questo genere di comportamento da parte della Commissione sia stato deliberato, un vero e proprio comportamento calcolato e volto ad ostacolare lo strenuo lavoro del Mediatore, facendosi beffe dello Stato di diritto.

La funzione che il Mediatore è chiamato a svolgere è già abbastanza difficile senza dovervi aggiungere i problemi creati dalla Commissione che, come mostrano i fatti riportati, gli ha costantemente impedito di operare in maniera adeguata. Una volta, se venivano alla luce siffatti comportamenti, sarebbero cadute le teste dei dipendenti pubblici responsabili e dei ministri cui dovevano rendere conto. Invece, dovremo continuare a vedere la stessa presuntuosa ed arrogante Commissione affaccendata in ciò che le viene meglio, ovverosia dileggiare i cittadini, lasciando impuniti i colpevoli. Non c'è da sorprendersi se l'Unione europea non è mai stata così impopolare!

 
Note legali - Informativa sulla privacy