Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Martedì 15 febbraio 2011 - Strasburgo Edizione GU

Dichiarazioni di voto
MPphoto
 
 

Testo presentato : A7-0008/2011

  Maria do Céu Patrão Neves (PPE), per iscritto. (PT) L’accordo di Schengen è stato siglato il 14 giugno 1985 tra Germania, Belgio, Francia, Lussemburgo e Paesi Bassi. La cooperazione di Schengen costituisce ora parte integrante del quadro legale e istituzionale dell’Unione europea e comprende 25 Stati membri di Schengen, oltre a tre paesi associati al SEE: Norvegia, Islanda e Svizzera. La Svizzera ha aderito autonomamente all’area Schengen il 12 dicembre 2008, con l’abolizione dei controlli di frontiera e dei controlli terrestri, seguita dall’abolizione dei controlli di frontiera negli aeroporti per i voli interni all’area Schengen il 29 marzo 2009. Poiché il Liechtenstein non si è associato e sussiste una politica molto attiva di libera circolazione tre i due paesi, per la prima volta si è resa necessaria la creazione di posti di controllo in un luogo in cui da 100 anni non vi era praticamente nessuna frontiera. I 41 chilometri che separano i due paesi sono diventati una frontiera Schengen esterna. L’accordo in oggetto abolisce tale barriera mediante l’adesione a Schengen del Principato del Liechtenstein. Accolgo con favore le nuove norme introdotte dal trattato di Lisbona, che consentono al Parlamento di svolgere un ruolo attivo nell’adozione di tali accordi. Per le suddette ragioni, ho votato a favore della relazione.

 
Note legali - Informativa sulla privacy