Indice 
 Precedente 
 Seguente 
 Testo integrale 
Procedura : 2010/2233(INI)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A7-0042/2011

Testi presentati :

A7-0042/2011

Discussioni :

PV 23/03/2011 - 24
CRE 23/03/2011 - 24

Votazioni :

PV 24/03/2011 - 6.6
CRE 24/03/2011 - 6.6
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P7_TA(2011)0109

Resoconto integrale delle discussioni
Giovedì 24 marzo 2011 - Bruxelles Edizione GU

6.6. Relazioni dell'UE con il Consiglio di cooperazione del Golfo (A7-0042/2011, Dominique Baudis) (votazione)
Processo verbale
 

- Prima della votazione:

 
  
MPphoto
 

  Dominique Baudis, relatore.(FR) Signor Presidente, desidero ringraziare i relatori ombra, in particolar modo gli onorevoli Howitt, Brepoels, Brantner e Jäätteenmäki, con i quali ho preparato i seguenti emendamenti, che ci permettono di disporre di una relazione che tiene pienamente in considerazione gli eventi che si stanno verificando nel Golfo, e che definisce apertamente la posizione del Parlamento sulle repressioni che si stanno consumando nella regione.

Il primo emendamento, sedicesima citazione nuova, recita quanto segue:

“- viste le dichiarazioni dell’Alto rappresentante del 10, 15 e 17 marzo 2011 e le conclusioni del 21 marzo 2011 e sottolineando in tale contest oil suo pieno sostegno alla libertà di espressione e al diritto dei cittadini di manifestare pacificamente”,

Questo è il primo emendamento e, ovviamente, è stata distribuita la versione inglese che fa fede.

 
  
 

(L'Assemblea manifesta il suo assenso alla presentazione dell'emendamento orale)

 
  
MPphoto
 

  Dominique Baudis, (PPE).(FR) Il secondo emendamento, considerando A recita quanto segue:

“Considerando che le attuali UE-CCG richiedono un costante riesame e aggiornamento in vista dei recenti, importanti e rapidi sviluppi in itinere sul posto, al cui centro dovrebbero esserci la promozione dei diritti umani e della democrazia”.

 
  
 

(L'Assemblea manifesta il suo assenso alla presentazione dell'emendamento orale)

 
  
MPphoto
 

  Dominique Baudis, (PPE) . – (FR) Un nuovo considerando A bis:

“A bis. Considerando che i manifestanti hanno espresso legittime aspirazioni democratiche in molti Stati del CCG, che la reazione violenta da parte delle autorità a fronte delle proteste in Bahrein è sfociata in morti, percosse e arresti, e che le truppe dell’Arabia Saudita, degli Emirati arabi uniti (AED) e del Kuwait sono entrate nel paese sotto l’egida del CCG per partecipare alla repressione dei manifestanti,”

 
  
 

(L'Assemblea manifesta il suo assenso alla presentazione dell'emendamento orale)

 
  
MPphoto
 

  Dominique Baudis (PPE).(FR) Al paragrafo 7, dopo il primo paragrafo, il primo trattino adesso reciterebbe:

“- assicurare il rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali, con particolare attenzione alla libertà di parola e al diritto di associazione e di manifestazione pacifica, e ad ascoltare e tenere in considerazione le legittime istanze dei manifestanti nonché a garantirne la sicurezza”,

 
  
 

(L'Assemblea manifesta il suo assenso alla presentazione dell'emendamento orale)

 
  
MPphoto
 

  Dominique Baudis (PPE).(FR) Un nuovo paragrafo 7bis:

“7bis. Invita tutti gli Stati membri del CCG a riconoscere un movimento popolare continuo di riforma democratica in tutta la regione, e chiede un impegno totale verso gli emergenti gruppi della società civile per promuovere un processo di genuina e pacifica transizione democratica nei loro territori, con i partner della regione e con il sostegno pieno dell’Unione europea;”

 
  
 

(L'Assemblea manifesta il suo assenso alla presentazione dell'emendamento orale)

 
  
MPphoto
 

  Dominique Baudis (PPE).(FR) Un nuovo paragrafo 7ter :

« 7ter : esprime il suo profondo rammarico per la risposta violenta e l’uso della forza contro i manifestanti da parte delle autorità del Bahrein e per l’impiego di truppe straniere sotto l’egida del CCG nella repressione dei manifestanti ; considera che ciò contrasta con il sostegno del CCG alla protezione dei cittadini che richiedono libertà e democrazia in Libia ; chiede l’immediata fine della violenza contro i manifestanti pacifici i l’instaurazione di un dialogo politico che possa condurre alle ulteriori necessarie riforme politiche nel paese;ʼ

 
  
 

(L'Assemblea manifesta il suo assenso alla presentazione dell'emendamento orale)

 
  
MPphoto
 

  Dominique Baudis (PPE).(FR) Un nuovo paragrafo 18 bis:

’18 bis. Prende atto della dichiarazione della CCG del 7 marzo 2011 a Abu Dhabi che statuisce che “il consiglio ministeriale domanda che il Consiglio di Sicurezza prenda tutte le misure necessarie a proteggere i civili, incluso l’instaurazione di una zona di non sorvolo in Libia”, dichiarazione che ha contribuito alla decisione della Lega araba e del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite di pronunciarsi essi stessi in favore di una tale zona;”

 
  
 

(L'Assemblea manifesta il suo assenso alla presentazione dell'emendamento orale)

 
Note legali - Informativa sulla privacy