Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 11 maggio 2011 - Strasburgo Edizione GU

Dichiarazioni di voto
MPphoto
 
 

Testo presentato : A7-0074/2011

  Maria do Céu Patrão Neves (PPE), per iscritto. – (PT) L’odierna relazione sul governo societario degli istituti finanziari illustra una serie di misure da attuare all’interno delle società che governano gli istituti finanziari. In sintesi, il suo scopo è trarre conclusioni dalla crisi finanziaria globale scatenata dal fallimento della banca Lehman Brothers nell’autunno del 2008 collegato alla cartolarizzazione inappropriata di mutui ipotecari subprime americani. Per evitare che una siffatta situazione si ripeta, il Parlamento propone che il governo societario, specialmente nel settore dei servizi finanziari, tenga conto degli interessi di altre parte in causa (depositanti, risparmiatori, titolari di polizze vita, eccetera), oltre che della stabilità del sistema finanziario, vista la natura sistemica di molti attori coinvolti. La misura più importante proposta è quella riguardante lo sviluppo di requisiti oggettivi in materia di competenze per valutare l’idoneità dei candidati a ricoprire incarichi controllati, tenuto conto della natura, della complessità e delle dimensioni dell’istituto finanziario. Vorrei schierarmi per il pacchetto di misure votando a suo favore con la speranza che le misure presentate dalla Commissione, e ora dal Parlamento, consentano di evitare il ripetersi di situazioni come quella che abbiamo vissuto nell’autunno del 2008, ancora percepibile nella vita quotidiana dei portoghesi.

 
Note legali - Informativa sulla privacy