Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Giovedì 12 marzo 2015 - Strasburgo Edizione rivista

Assassinio del leader di opposizione russo Boris Nemtsov e lo stato della democrazia in Russia (RC-B8-0239/2015, B8-0239/2015, B8-0247/2015, B8-0248/2015, B8-0250/2015, B8-0251/2015, B8-0252/2015)
MPphoto
 
 

  Enrico Gasbarra (S&D), per iscritto. – L'uccisione dell'oppositore e leader politico russo Boris Nemtsov lascia un'ulteriore profonda ombra sullo stato della democrazia in Russia. Mosca è un partner economico e politico decisivo per l'Unione europea, proprio per questo non è possibile tollerare il progressivo sgretolamento delle libertà politiche nel Paese.

Ho votato con convinzione la risoluzione su questo caso, che esprime con forza il sostegno del Parlamento alle forze democratiche in Russia schierate a favore di una società aperta e di un programma riformista. Il Parlamento giustamente insiste nuovamente per esortare il Consiglio a definire una politica unitaria nei confronti della Russia sottolineando la priorità dei diritti umani e la necessità di gesti concreti che pongano fine alle repressioni contro la libertà di espressione, di riunione e di associazione.

 
Note legali - Informativa sulla privacy