Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 10 giugno 2015 - Strasburgo Edizione rivista

Accordo UE-Islanda sulla partecipazione dell'Islanda al secondo periodo di impegno nel quadro del protocollo di Kyoto (A8-0166/2015 - Giovanni La Via)
MPphoto
 
 

  Enrico Gasbarra (S&D), per iscritto. – L'ulteriore riduzione delle emissioni di gas serra nel rinnovato impegno sancito con la conclusione dell'emendamento di Doha del protocollo di Kyoto è un' importante testimonianza della battaglia dell'Unione e dei suoi Stati membri, insieme all'Islanda, per compiere nuovi passi in avanti nella strategia volta a combattere l'inquinamento e a contrastare i cambiamenti climatici globali.

Mi rallegro per la ratifica della conclusione dell'emendamento, perché significa avvicinarsi al grande appuntamento della Conferenza di Parigi 2015 con maggiore responsabilità, prefiggendosi obiettivi ambiziosi sull'accordo universale sul clima che non solo incideranno sulla quantità di emissioni dei nostri paesi, ma anche su piani di crescita, sviluppo, investimenti e lavoro, capaci di contemplare nuove forme di produzione e consumo energetico.

 
Note legali - Informativa sulla privacy