Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 10 giugno 2015 - Strasburgo Edizione rivista

Stato delle relazioni UE-Russia (A8-0162/2015 - Gabrielius Landsbergis)
MPphoto
 
 

  Remo Sernagiotto (PPE), per iscritto. ‒ La Russia continua a essere un importante partner dell'Unione europea sotto diversi profili, tra cui quello della sicurezza energetica, degli scambi commerciali e della lotta al terrorismo e al crimine organizzato. Ho deciso pertanto di esprimere il mio voto contrario alla relazione in quanto non ritengo che contribuisca a promuovere un dibattito costruttivo per proseguire e soprattutto rafforzare la cooperazione nel lungo periodo tra Unione europea e Russia. Mi auguro che da entrambe le parti ci sia un impegno maggiore per cercare di porre fine al più presto alla crisi in corso in Ucraina, nel rispetto reciproco degli accordi di pace di Minsk, e per contrastare così un eventuale e ulteriore deterioramento dei rapporti. Sia la lista nera della Russia che impedisce a 89 politici e funzionari europei l'accesso nel territorio russo sia la relazione adottata oggi dal Parlamento europeo rischiano infatti di essere controproducenti e di avere come unico effetto quello di esacerbare il clima di tensione crescente.

 
Avvertenza legale - Informativa sulla privacy