Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Martedì 8 settembre 2015 - Strasburgo Edizione rivista

Seguito dell'iniziativa dei cittadini europei "L'acqua è un diritto" (A8-0228/2015 - Lynn Boylan)
MPphoto
 
 

  Enrico Gasbarra (S&D), per iscritto. – Mi congratulo per il raggiungimento di quasi 2 milioni di firme per l'iniziativa di cittadinanza in materia di diritto all'acqua. Lo strumento avviato con il trattato di Lisbona è stato concepito proprio per dare un segno tangibile di vicinanza ai cittadini attivi, c'è da rallegrarsi quindi per il grande lavoro di mobilitazione e per il risultato raggiunto. Ancora di più, poi, c'è da esprimere soddisfazione nel merito della proposta, che tocca interessi pubblici di grandissima rilevanza per le nostre comunità. La tutela dell'accesso all'acqua è infatti un tema cruciale per la moderna società europea, sarà quindi necessaria un'azione efficace e lungimirante della Commissione per venire incontro a queste istanze.

 
Note legali - Informativa sulla privacy