Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 28 ottobre 2015 - Strasburgo Edizione rivista

Uso di alimenti e mangimi geneticamente modificati (A8-0305/2015 - Giovanni La Via)
MPphoto
 
 

  Daniele Viotti (S&D), per iscritto. ‒ Ho votato a favore della relazione relativa alla proposta di regolamento della Commissione sulla possibilità per gli Stati membri di limitare o vietare l'uso di alimenti e mangimi geneticamente modificati sul loro territorio. Il Parlamento ha respinto la proposta in quanto non portava nulla di nuovo al livello di protezione già esistente. Anzi, gli eventuali divieti nazionali sull'utilizzo di alimenti e mangimi geneticamente modificati sarebbero impossibili da attuare a causa delle regole del mercato interno e dell'OMC.

Ho avuto modo di ascoltare le preoccupazioni di cittadini e associazioni di consumatori riguardo ai rischi che derivano dal consumo di OGM. Mi auguro che il Presidente Juncker tenga fede al suo programma e che la Commissione presenti una nuova proposta in materia. La revisione delle regole di autorizzazione degli OGM in Europa è necessaria ma deve meglio riflettere l'opinione della maggioranza dei cittadini. Fino ad allora, la Commissione non può usare i suoi poteri per autorizzare nuovi OGM.

 
Avvertenza legale - Informativa sulla privacy