Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Martedì 8 marzo 2016 - Strasburgo Edizione rivista

Integrazione della dimensione di genere nei lavori del Parlamento europeo (A8-0034/2016 - Angelika Mlinar)
MPphoto
 
 

  Enrico Gasbarra (S&D), per iscritto. – Tra le grandi sfide che l'Europa porta avanti con investimenti economici e piani d'azione, quella per la uguaglianza di genere è una delle più rilevanti. La strategia per la parità tra donne e uomini è dimostrazione dell'impegno concreto della Commissione sul tema.

Il Parlamento europeo, a sua volta, ha lanciato un questionario tra i membri della rete per l'integrazione della dimensione di genere che, oltre a registrare una volontà di integrazione di genere anche a prescindere da un piano di azione e un concreto equilibrio tra uomini e donne, ha anche evidenziato alcune criticità tuttora irrisolte.

Sostengo pertanto il lavoro fatto con questa relazione, ritenendo in particolare importante il monitoraggio della cultura e dell'educazione all'integrazione e all'eguaglianza di genere, come fattore di crescita economica e di coesione ed inclusione sociale, da continuare a promuovere all'interno come all'esterno delle nostre istituzioni.

 
Note legali - Informativa sulla privacy