Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 6 luglio 2016 - Strasburgo Edizione rivista

Livello comune elevato di sicurezza delle reti e dei sistemi informativi nell'Unione (A8-0211/2016 - Andreas Schwab)
MPphoto
 
 

  Enrico Gasbarra (S&D), per iscritto. ‒ Insieme all'intero gruppo S&D ho sostenuto l'accordo raggiunto con il Consiglio qualche mese fa su questo dossier così delicato. Con l'approvazione in seconda lettura della direttiva sulla sicurezza delle reti l'Europa fa un passo avanti – necessario e che tutti attendevamo da tempo – nella cybersecurity e nella cooperazione tra gli Stati; reputo particolarmente importanti – tra i punti ottenuti nell'accordo finale – i requisiti richiesti ai diversi operatori della rete affinché anch'essi assumano importanti misure di sicurezza e coordinamento con le autorità pubbliche.

 
Note legali - Informativa sulla privacy