Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Martedì 13 settembre 2016 - Strasburgo Edizione rivista

Cooperazione territoriale europea - migliori prassi e misure innovative (A8-0202/2016 - Iskra Mihaylova)
MPphoto
 
 

  Enrico Gasbarra (S&D), per iscritto. ‒ Rafforzare la cooperazione territoriale europea significa investire in una crescita larga, democratica e intelligente, ambire ad un piano di solidarietà ed inclusione socio-economica, supportare la piccola e media impresa, rispondere ad esigenze di aree e territori diversi ma con urgenze comuni. Per questo ritengo che l'Europa non possa accettare ulteriori tagli alle politiche di coesione, ma anzi debba confermare con totale convinzione la necessità di investimenti nella crescita dei singoli territori per rafforzare l'intero progetto europeo.

Le politiche di coesione sono determinanti per il raggiungimento degli obietti di Europa 2020, per questo ritengo di dover dare il mio pieno appoggio alla relazione, ritenendo che nella sinergia tra governi locali e nazionali e tra città metropolitane, regioni e i diversi Stati risieda la vera anima dell'Europa, che trova nel rispetto di diverse identità la sua vera forza di propulsione.

 
Note legali - Informativa sulla privacy