Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Martedì 4 ottobre 2016 - Strasburgo Edizione rivista

Patrocinio a spese dello Stato per indagati e imputati nell'ambito di procedimenti penali e per le persone ricercate nell'ambito di procedimenti di esecuzione del mandato d'arresto europeo (A8-0165/2015 - Dennis de Jong)
MPphoto
 
 

  Enrico Gasbarra (S&D), per iscritto. ‒ Esprimo il mio sostegno all'accordo in prima lettura sul testo negoziato dai colleghi della commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni, che introduce standard minimi comuni per l'assistenza legale ai sospetti e alle persone accusate in casi penali o sottoposte a mandato d'arresto europeo. Con l'approvazione di questo importante provvedimento normativo l'Europa compie un ulteriore passo verso il rafforzamento della cooperazione e del mutuo riconoscimento nel campo della giustizia penale. È un aspetto che ritengo molto rilevante sottolineare: le garanzie fissate permettono infatti un'adeguata protezione in tutti i paesi europei e fissano standard di qualità dell'assistenza legale per le persone accusate, garantendo uguale trattamento.

 
Note legali - Informativa sulla privacy