Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Martedì 25 ottobre 2016 - Strasburgo Edizione rivista

Responsabilità delle imprese per gravi violazioni dei diritti umani nei paesi terzi (A8-0243/2016 - Ignazio Corrao)
MPphoto
 
 

  Enrico Gasbarra (S&D), per iscritto. ‒ La globalizzazione del mercato e l'internazionalizzazione delle attività economiche, genera una serie di preoccupazioni rispetto alla responsabilità delle aziende nei casi di grave violazioni dei diritti umani nei paesi terzi. Vogliamo che l'Europa sia motore ed esempio in fatto di salvaguardia dei diritti dell’uomo e che sia vigile e pronta ad intervenire, anche con sanzioni, ove si riscontrassero abusi o infrazioni. Il mio sostegno in favore della relazione del collega Corrao è pertanto pieno e convinto

 
Note legali - Informativa sulla privacy