Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 23 ottobre 2019 - Strasburgo Edizione rivista

L'operazione militare turca nel nord-est della Siria e le sue conseguenze (discussione)
MPphoto
 

  Caterina Chinnici (S&D). – Signora Presidente, onorevoli colleghi, in questo dibattito io voglio ancora ricordare che le prime vittime, le più indifese dell'offensiva militare turca nel nord-est della Siria sono i bambini. E proprio gli orientamenti dell'Unione europea del 2008 su bambini e conflitti armati sottolineano come siano i più piccoli a subire le maggiori e più durature sofferenze in ogni conflitto e quello in corso di svolgimento in Siria di certo non fa eccezione.

L’Unicef stima in almeno 70 000 i bambini sfollati nel nord-est della Siria dall'inizio dell'intervento armato, ma se le ostilità dovessero prolungarsi, altre decine di migliaia di bambini potrebbero presto avere bisogno di assistenza umanitaria.

In ottemperanza alla Convenzione ONU sui diritti del fanciullo di cui celebreremo fra pochi giorni il trentesimo anniversario è necessario quindi che l'Unione europea moltiplichi gli sforzi diplomatici in favore della pace, affinché le parti in conflitto e tutti coloro che sul terreno possono esercitare un'influenza concreta si adoperino per garantire massima protezione a tutti i bambini coinvolti loro malgrado in questo ennesimo conflitto.

Children are children in every situation. We have a duty to protect them!

(La Presidente ritira la parola all’oratrice)

 
Ultimo aggiornamento: 28 gennaio 2020Avvertenza legale - Informativa sulla privacy