Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Giovedì 19 dicembre 2019 - Strasburgo Edizione provvisoria

Violazioni dei diritti umani incluse le libertà religiose in Burkina Faso
MPphoto
 

  Alessandro Panza, a nome del gruppo ID. – Signor Presidente, onorevoli colleghi, ormai da tempo in Burkina Faso è in atto una vera e propria caccia ai cristiani e non solo.

Nel paese si contano più di 12 gruppi jihadisti legati all'Isis ed Al Qaeda, che dal 2015 ad oggi si sono resi responsabili di oltre 650 morti e di oltre mezzo milione di sfollati, anche a causa dell'inadeguatezza delle Forze armate.

Nel solo 2019 che ancora non si è concluso, sono già 74 i cristiani uccisi, di cui 3 sono sacerdoti. Durante l'ultimo attacco avvenuto la prima domenica dell'Avvento, un gruppo di terroristi islamici ha assaltato una chiesa durante una messa, uccidendo 14 tra uomini, donne, bambini e giustiziando il sacerdote sull'altare dal quale stava ufficiando.

Il Burkina Faso è ormai diventato terra di martirio per le minoranze. È tempo che questo Parlamento si impegni a considerare non solo questo Stato per le sue ricchezze, ma soprattutto per le sue fragilità, agendo concretamente. Vorrei chiudere questo intervento augurando a tutti, e in particolare a quei cristiani che rischiano la vita per la loro fede, un sereno Natale e ricordando a quest'Aula che nascondere le nostre radici giudaico-cristiane per non urtare le sensibilità altrui non fa altro che indebolire quelle comunità di cristiani che rischiano la vita per professare la loro fede. Buon Natale a tutti.

 
Ultimo aggiornamento: 13 gennaio 2020Avvertenza legale - Informativa sulla privacy