Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 8 luglio 2020 - Bruxelles Edizione provvisoria

Conclusioni della riunione del Consiglio europeo del 19 giugno 2020 - Preparazione della riunione del Consiglio europeo del 17 e 18 luglio 2020 (discussione)
MPphoto
 

  Brando Benifei (S&D). – Signora Presidente, onorevoli colleghi, il Consiglio europeo della prossima settimana avrà un compito cruciale: raggiungere un accordo sul bilancio e sul recovery fund e raggiungerlo subito.

Voglio essere chiaro: per il Parlamento la proposta fatta dalla Commissione è la base di partenza, non di arrivo. Se qualcuno al Consiglio pensa di poter far accettare qualunque cosa al Parlamento europeo sbaglia; il Parlamento è sicuramente pronto a bocciare qualunque accordo che sia peggiorativo rispetto alle proposte oggi sul tavolo perché, come eurodeputati, sappiamo che oggi bisogna mostrare coraggio. Ce lo chiedono le migliaia di cittadini che in questi mesi hanno sofferto per la pandemia.

Soltanto avviando una nuova fase dell'integrazione europea potremo uscire dalla crisi più forti e più uniti. Serve ambizione, perciò servono nuove risorse proprie, come una tassa sui giganti del web e sulle transazioni finanziarie speculative, per chiedere di più a chi finora ha contribuito troppo poco rispetto alle nostre imprese e ai nostri lavoratori.

Il Consiglio ha quindi una responsabilità storica e politica enorme e deve essere all'altezza. Il Parlamento europeo ha una posizione chiara e sa da che parte stare: dalla parte dei cittadini. Adesso tocca al Consiglio dimostrare lo stesso.

 
Ultimo aggiornamento: 28 luglio 2020Avvertenza legale - Informativa sulla privacy