Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 16 settembre 2020 - Bruxelles Edizione rivista

Stato dell'Unione (discussione di attualità) (discussione)
MPphoto
 

  Marco Campomenosi (ID). – Signor Presidente, onorevoli colleghi, ringrazio la Presidente von der Leyen, anche se mi è spiaciuto molto che se la sia presa con l'unica opposizione vera che siede in questo Parlamento. Mi è spiaciuto molto non ascoltare autocritica rispetto agli errori fatti su politiche economiche e commerciali dalla Commissione europea negli anni scorsi, e mi è spiaciuto molto vedere un disallineamento rispetto alla propaganda che il governo italiano in questo momento sta facendo sul Fondo per la ripresa, un governo italiano che non riuscirà a fare tutto quello che sta promettendo ai propri cittadini.

Io credo che, alla luce di tutto questo, si possa dire che stiate sottovalutando la crisi che stiamo vivendo e che vivremo nei prossimi mesi, che stiate sottovalutando quello che ci dicono gli Stati Uniti rispetto alla Cina. È clamoroso come, per esempio, non abbiate citato sul panorama geopolitico internazionale gli accordi che Israele, grazie all'amministrazione entrante, sta stringendo con alcuni paesi arabi ed è clamoroso come su Cina e Turchia il coraggio, purtroppo, manchi ancora.

Vede, la mia famiglia viene dalla lotta al fascismo, quindi delle sue minacce io non ho alcuna paura. Quando nel 1943 mio nonno ha fatto cadere la statua di Mussolini dalla sede del Comune di Santo Stefano d'Aveto, si figuri, se sapeva a cosa poteva andare incontro! E invece rispondo anche al collega Weber, che ha citato il leader del mio partito: sì, Matteo Salvini, un vero patriota italiano. È un patriota italiano che ha difeso i confini dell'Europa e che il prossimo 3 ottobre a Catania andrà di fronte a un tribunale.

Se questa è la vostra idea di democrazia, io preferisco subire i vostri attacchi e state tranquilli che le risposte le troverete sempre da me e soprattutto dai cittadini che sono dietro di noi.

 
Ultimo aggiornamento: 13 novembre 2020Note legali - Informativa sulla privacy