Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
XML 1k
Mercoledì 24 marzo 2021 - Bruxelles Edizione provvisoria

Dichiarazioni della Presidenza
MPphoto
 

  Presidente. – Onorevoli colleghe e colleghi, le sanzioni della Cina nei confronti di cinque nostri colleghi e della sottocommissione per i diritti umani del Parlamento europeo colpiscono la nostra Assemblea per il fatto di essere stata al fianco delle vittime di violazioni e abusi dei diritti umani, per aver difeso la libertà di espressione e per aver esercitato il ruolo di controllo democratico.

Il Parlamento è e continuerà ad essere un convinto difensore dei diritti umani nell'Unione europea e nel mondo. I diritti umani sono universali, inalienabili e sono al centro dei valori europei. Non saremo mai messi a tacere da coloro che si sentono minacciati dalla nostra Istituzione e cercano di punire i deputati, democraticamente eletti, per aver espresso le proprie opinioni.

Queste sanzioni da parte della autorità cinesi sono una risposta inaccettabile alle nostre legittime preoccupazioni sulle questioni dei diritti umani in Cina.

Vorrei esprimere tutto il nostro sostegno ai cinque colleghi e agli organismi dell'Unione ingiustamente colpiti e assicurare ai nostri cittadini che il Parlamento non è intimidito e continuerà a difendere i diritti umani e lo Stato di diritto.

Vorrei ora dare la parola all'onorevole Bütikofer, presidente della delegazione per le relazioni con la Repubblica popolare cinese, e poi all'onorevole Maria Arena, Presidente della sottocommissione per i diritti dell’uomo.

 
Ultimo aggiornamento: 8 aprile 2021Note legali - Informativa sulla privacy