Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 32kWORD 22k
26 agosto 2002
E-1927/2002(ASW)
Risposta del commissario Liikanen a nome della Commissione
Riferimento dell'interrogazione: E-1927/2002

Il 20 giugno 2002 la commissione per le petizioni del Parlamento ha archiviato una petizione alla luce dei risultati di uno studio sull'amalgama dentale e altri materiali per il restauro richiesto dalla Commissione e pubblicato nel 1998. Secondo tale studio tutti i materiali per il restauro dentario possono causare reazioni dannose e la maggior parte di essi contiene elementi tossici. Sempre in base allo stesso studio, tuttavia, i vantaggi comportati dal restauro dentario con amalgami contenenti mercurio sono nettamente superiori ai rischi documentati e il rapporto rischi-vantaggi corrisponde allo stato dell'arte riconosciuto ed accettato.

Tenuto conto delle preoccupazioni espresse, la Commissione e i rappresentanti degli Stati membri hanno deciso di procedere a un esame delle conclusioni dello studio alla luce dei nuovi dati disponibili a livello nazionale. Nella loro riunione dell'11 e del 12 luglio 2002 essi hanno confermato che le conclusioni dello studio sono tuttora valide ed esatte.

La Commissione condivide l'opinione dell'onorevole parlamentare sull'importanza di trattare e smaltire in modo sicuro i rifiuti contenenti mercurio. I rifiuti di amalgama prodotti dai trattamenti dentistici sono in effetti classificati come rifiuti pericolosi e gli Stati membri devono quindi garantirne uno smaltimento conforme alle disposizioni della direttiva quadro 75/442/CEE del Consiglio del 15 luglio 1975 relativa ai rifiuti(1) e soprattutto della direttiva 91/689/CEE del Consiglio del 12 dicembre 1991 relativa ai rifiuti pericolosi(2). Il trattamento dei rifiuti di amalgama dentale è oggetto della raccomandazione Parcom 93/2 in forza della quale a decorrere dal 1o gennaio 1997 occorre installare attrezzature per separare l'acqua dall'amalgama in modo da poter raccogliere quest'ultimo. I risultati preliminari di uno studio della Commissione attualmente in corso riguardo ai rischi per la salute e l'ambiente mostrano che tale raccomandazione è stata ampiamente recepita dagli Stati membri. Tuttavia nessuna normativa comunitaria prescrive specificamente che i rifiuti di mercurio provenienti dagli studi dentistici vadano sigillati prima di essere distrutti.

(1)GU L 194 del 25.7.1975.
(2)GU L 377 del 31.12.1991.

GU C 92 E del 17/04/2003
Note legali - Informativa sulla privacy