Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 36kWORD 16k
8 luglio 2003
E-2358/2003

INTERROGAZIONE SCRITTA E-2358/03

di Maurizio Turco (NI), Marco Pannella (NI), Marco Cappato (NI), Benedetto Della Vedova (NI), Gianfranco Dell'Alba (NI) e Olivier Dupuis (NI)

alla Commissione


  Oggetto: Violazione della libertà religiosa in Cina - Ulteriori arresti di sacerdoti della Chiesa cattolica clandestina"

 Risposta scritta 

Premesso che

 

-  fonti di stampa internazionale informano che cinque sacerdoti della Chiesa cattolica "clandestina" cinese sono stati arrestati lo giovedì 3 luglio a Baoding, nella repubblica settentrionale di Hebei, circa 100 chilometri a sud di Pechino.

-  secondo quanto diffuso dalla "Fondazione ‘Cardinale Kung’", associazione cattolica per i diritti umani, con sede nel Connecticut, i sacerdoti Kang Fuliang, Chen Ghuozen, Pang Guangzhao, Joseph Yin e Wang Lijun, di età tra i 25 e i 31 anni, sarebbero stati fermati mentre stavano andando a trovare un altro religioso della Chiesa clandestina, Lu Genjun, recentemente rilasciato dopo tre anni di lavori forzati.

-  questo episodio si aggiunge agli arresti, verificatisi nello scorso mese di giugno di padre Lu Xiaozhou, anch’egli appartenente alla Chiesa fedele al Vaticano.

 

Potrebbe la Commissione far sapere se dispone di ulteriori informazioni su questi gravi episodi?

 

Che tipo di pressioni diplomatiche intende porre in essere per arginare questa violenta campagna contro i religiosi cattolici, "colpevoli" soltanto di riconoscere l’autorità del papa?

 

Intende essa presentare al Governo di Pechino la dura condanna di queste azioni intimidatorie, e più in generale, delle sistematiche restrizioni del diritto alla libertà religiosa, imposte ai cittadini cinesi, unitamente alla ferma richiesta di rispettare l’articolo 18 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, che riconosce ad ogni individuo "la libertà di manifestare, isolatamente o in comune, sia in pubblico che in privato, la propria religione o il proprio credo nell'insegnamento, nelle pratiche, nel culto e nell'osservanza dei riti"?

 

 GU C 51 E del 26/02/2004
Note legali - Informativa sulla privacy