Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 34kWORD 15k
15 febbraio 2007
E-0651/07
INTERROGAZIONE SCRITTA E-0651/07
di Dimitrios Papadimoulis (GUE/NGL) , Margrete Auken (Verts/ALE) , Bairbre de Brún (GUE/NGL) , Roberto Musacchio (GUE/NGL) , Kartika Tamara Liotard (GUE/NGL) e Adamos Adamou (GUE/NGL)
alla Commissione

 Oggetto: Revisione dell'articolo 24 della Costituzione greca
 Risposta scritta 

Il governo greco ha reso nota l'intenzione di sottoporre a revisione l'articolo 24 della Costituzione, relativo all'obbligo di garantire la protezione delle foreste e dell'ambiente naturale. Tale revisione consisterebbe in particolare nel circoscrivere la definizione di foresta, con la conseguenza di declassare tutte le grandi superfici boscose, di privarle della protezione speciale di cui beneficiano ai sensi dell'attuale quadro costituzionale e, eventualmente, di comportare il loro deterioramento e la loro trasformazione. Tutte le associazioni di specialisti dell'ecologia e di silvicoltori, le organizzazioni ecologiste, nonché i principali ordini di avvocati e associazioni di magistrati, si sono già mobilitati per opporsi alla revisione del suddetto articolo. È noto che una simile revisione della Costituzione compete esclusivamente agli Stati membri. Ciononostante, la gestione, la manutenzione e lo sviluppo sostenibile delle foreste figurano tra le principali preoccupazioni delle politiche attuali dell'Unione europea.

Il paesaggio greco, già povero di superfici boscose, si indebolisce ulteriormente da questo punto di vista (moltiplicazione degli incendi boschivi). Il caos regna nel paese in termini urbanistici e abitativi (incapacità di realizzare un catasto degno di questo nome). Le foreste costituiscono degli ecosistemi preziosi che danno rifugio a specie animali e vegetali che hanno un'importanza fondamentale per la conservazione di una biodiversità mediterranea eccezionale, la cui protezione rappresenta uno degli obiettivi della Commissione, che ha dichiarato che gli Stati membri sono tenuti a evitare qualsiasi iniziativa suscettibile di provocare un peggioramento dello stato delle foreste sul loro territorio.

In tali circostanze, ritiene la Commissione che la modifica dell'articolo 24 della Costituzione sia compatibile con le politiche e la legislazione attuali dell'Unione europea oppure è dell'avviso che il previsto indebolimento della tutela ambientale si discosti dai principi di sviluppo sostenibile e costituisca una violazione degli impegni assunti dalla Grecia sia di fronte all'Europa sia sul piano internazionale?

Lingua originale dell'interrogazione: ELGU C 293 del 05/12/2007
Note legali - Informativa sulla privacy