Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 27kWORD 41k
19 maggio 2009
E-3639/09
INTERROGAZIONE SCRITTA E-3639/09
di Luisa Morgantini (GUE/NGL) , Angelika Beer (Verts/ALE) , Jan Marinus Wiersma (PSE) , Monica Frassoni (Verts/ALE) , Marco Cappato (ALDE) , Thijs Berman (PSE) e Maria Martens (PPE-DE)
alla Commissione

 Oggetto: Esecuzione del bilancio 2009 dell'UE in merito alla reazione in caso di crisi della Commissione europea
 Risposta scritta 

Il bilancio generale dell'Unione europea per l'esercizio 2009 contiene i seguenti commenti:

1. alla voce 19 01 04 03 «Strumento di stabilità (IfS) - Spese di gestione amministrativa», i commenti specificano: «Stanziamento destinato a coprire [...] le spese per personale temporaneo di sostegno (agenti contrattuali, esperti nazionali distaccati, personale interinale) presso la sede principale, al fine di garantire un adeguato supporto tecnico e amministrativo alle misure di reazione alle crisi, inclusi monitoraggio, analisi e rendicontazione.»
2. alla voce 19 06 01 01 concernente la reazione e preparazione in caso di crisi nell'ambito dello Strumento di stabilità, i commenti specificano che «la parte dello stanziamento destinata alle misure di risposta a situazioni di crisi sarà gestita mediante uno strumento di finanziamento per le attività realizzate dalle ONG a livello locale al fine di prevenire l'escalation di violenza».

Per quanto concerne il primo dei suddetti commenti, esso è basato sulla constatazione che le risorse umane di cui dispone attualmente la Commissione per l'attuazione delle misure di risposta alle situazioni di crisi nell'ambito dello strumento di stabilità sono insufficienti. Ciò impedisce, tra l'altro, di disporre delle risorse necessarie per dare un seguito alle proposte delle organizzazioni della società civile in questo settore.

Quali misure sta la Commissione adottando per rafforzare le risorse umane impiegate nell'attuazione delle misure di risposta a situazioni di crisi, al fine di garantire un adeguato supporto tecnico e amministrativo?

Per quanto concerne il secondo dei suddetti commenti, esso è fondato sulla constatazione (comunicata anche dalla Commissione al Parlamento nella corrispondenza intercorsa con quest'ultimo durante la procedura di bilancio) che spesso le ONG partner che operano sul campo conoscono meglio di chiunque altro le cause dei conflitti e possono accedere più facilmente alle comunità al fine di attenuare la portata di tali conflitti.

Quali progressi ha la Commissione compiuto ai fini della creazione dello strumento di finanziamento richiesto nell'ambito del commento di bilancio in questione?

Lingua originale dell'interrogazione: ENGU C 189 del 13/07/2010
Note legali - Informativa sulla privacy