Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 25kWORD 41k
27 luglio 2009
E-3801/09
INTERROGAZIONE SCRITTA E-3801/09
di Michael Cramer (Verts/ALE)
alla Commissione

 Oggetto: Entrata in funzione della linea ferroviaria del Peloponneso Corinto-Tripoli-Kalamata
 Risposta scritta 

Negli ultimi anni la linea ferroviaria del Peloponneso Corinto-Tripoli-Kalamata (scartamento ridotto, lunghezza di circa 150 km) nella Grecia meridionale è stata sottoposta ad estesi lavori di ristrutturazione (riguardanti l’intera sovrastruttura). Al completamento delle opere, tuttavia, le attività della linea ferroviaria, sospese durante i lavori, non sono state ripristinate nella primavera di quest’anno come invece si attendeva. Il rifacimento della tratta è stato oggetto di polemiche fin dall’inizio, soprattutto perché parallelamente alla linea ferroviaria è in corso di costruzione un’autostrada, anch’essa beneficiaria di fondi comunitari. Anche nelle nuove condizioni, le ferrovie non potrebbero in nessun caso reggere il confronto con l’autostrada per quanto concerne i tempi di percorrenza.

Alla luce di quanto sopra esposto, potrebbe la Commissione rispondere ai seguenti quesiti:

1. Corrisponde al vero il fatto che la ricostruzione della linea ferroviaria è stata cofinanziata mediante fondi dell’UE? In caso affermativo, a quanto ammonta l’importo elargito?
2. È la concessione dei fondi subordinata alla condizione di mettere in funzione la linea ferroviaria? In caso affermativo, entro quale termine dall’ultimazione dei lavori?
3. Nel caso in cui non si proceda alla messa in funzione della tratta, occorre restituire i fondi ottenuti? In caso negativo, perché i finanziamenti non sono stati vincolati alla messa in funzione della linea ferroviaria?

Lingua originale dell'interrogazione: DEGU C 10 E del 14/01/2011
Note legali - Informativa sulla privacy