Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
PDF 25kWORD 41k
14 ottobre 2009
E-4959/09
INTERROGAZIONE SCRITTA E-4959/09
di Elena Oana Antonescu (PPE)
alla Commissione

 Oggetto: Autorizzazione all'immissione in commercio dei vaccini contro l'influenza A (H1N1) — «influenza suina»
 Risposta scritta 

Il 25 settembre, pochi mesi dopo l’indicazione proveniente dall’Organizzazione mondiale della sanità per l’innalzamento alla fase 6 del livello di allarme della pandemia, l’Agenzia europea per i medicinali (EMEA) raccomandava che la Commissione europea concedesse le autorizzazioni all’immissione in commercio di due vaccini contro il virus dell’influenza A (H1N1).

Nel comunicato stampa EMEA/602582/2009 l’Agenzia rilasciava le seguenti dichiarazioni: i due vaccini, Focetria® e Pandemrix®, per i quali si richiede parere favorevole, sono stati sviluppati sulla base di informazioni che derivano dall’esperienza acquisita nel trattamento di un ceppo differente (H5N1); l’inserimento di un nuovo ceppo in un vaccino non dovrebbe avere alcun effetto rilevante sulla sicurezza o sul livello di protezione offerto; i vaccini contengono «coadiuvanti» — sostanze che incrementano la risposta immunitaria ai virus e che sono state finora ampiamente utilizzate nella produzione del vaccino, essendo stato già sperimentato il loro livello di sicurezza.

Può la Commissione far sapere chi sarà ritenuto responsabile delle conseguenze, se le sperimentazioni cliniche su più vasti campioni di popolazione da eseguire dopo aver ottenuto parere favorevole per i succitati vaccini (i quali possono mostrare interazioni e effetti molto più complessi di quelli individuati nei test clinici iniziali) dovessero manifestare effetti collaterali di nuovo tipo? Intende la Commissione informare i cittadini sui rischi ai quali saranno esposti se saranno vaccinati senza avere ottenuto informazioni complete e esaurienti sugli effetti collaterali?

Lingua originale dell'interrogazione: ROGU C 10 E del 14/01/2011
Note legali - Informativa sulla privacy